Esagramma 42 – L’Accrescimento.

Vento sopra, Tuono sotto
Tuono e Vento si rinforzano l’un l’altro. L’azione sconvolgente del tuono viene trasportata dal vento che la distribuisce dovunque.
Sentenza – L’accrescimento. Propizio è imprendere qualche cosa. Propizio attraversare la grande acqua.
Accrescimento significa compiere azioni che portano al guadagno. Si deve fare qualcosa per ottenere un’aumento e un beneficio, qualcosa di grande e decisivo, che implica l’abbandono di vecchie abitudini.
Immagine – Vento e Tuono, l’immagine dell’accrescimento. Così il nobile: quando scorge un bene lo imita, se ha difetti se ne sbarazza.
Tuono è vita, inizio prorompente di qualcosa che può essere anche uno shock, ma si rivela sempre positivo. Quando poi ciò che si fa di eclatante viene diffuso ovunque e gli altri lo vengono a sapere, la notizia si sparge in nostro favore. Dobbiamo quindi accrescere ciò che c’è di positivo e correggere qualcosa di negativo nel nostro atteggiamento o nei nostri affari. Ci sono opportunità e qualcosa da seguire; lasciamoci attirare dalla sua sincerità e incamminiamoci su questa via. Ma è presente anche chi, con comportamenti erronei, potrebbe farci sbagliare. Di questi ultimi bisogna sbarazzarsi, allontanandoci da ciò che si rivela elemento negativo e improduttivo.
Linee
1- Propizio è compiere grandi gesta. Sublime salute! Nessuna macchia.
Per ottenere guadagno e aumento bisogna compiere un’azione eclatante verso altri seguendo il bene e sbarazzandosi del male. Lo sforzo ha riuscita sublime, poiché non beneficia soltanto se stessi ma tiene in considerazione anche il benessere di altri. Agendo così non nascono situazioni negative. Muta in 20- Contemplazione
2- Certamente qualcuno lo accresce. Salute! Dieci coppie di tartarughe non possono opporsi a questo. Durevole perseveranza reca salute. Il re lo presenta a Dio. Salute!
Si riceve un guadagno dall’esterno, da qualcuno che opera in nostro favore e ci spalanca le porte ad un grande successo, senza dover fare nulla di persona. Dobbiamo soltanto fidarci e essere costanti nel seguirlo. Muta in 61- Verità interiore (61.2– Una gru che chiama nell’ombra. Il suo pulcino le risponde. Io una buona coppa. Voglio dividerla con te.

3- Si è arricchiti da avvenimenti sciagurati. Nessuna macchia se sei verace e cammini nel mezzo e riferisci al principe con un sigillo.
Avvenimenti sfortunati ci coinvolgono e subiamo perdite; eppure il brutto evento non è contro di noi e non ci danneggia. Dobbiamo però non portare all’estremo le nostre azioni e parlarne sinceramente con qualcuno di più grande, coinvolto nell’impresa, con uno scritto personale. Muta in 37- Casata
4-Se cammini nel mezzo e riferisci al principe, egli seguirà. Propizio è il trasferimento della capitale.
C’è un aumento e la via per ottenerlo: se ne parliamo con l’altro coinvolto, egli acconsente a seguire il nostro progetto. L’impresa dovrebbe svolgersi in un luogo più adatto di quello attuale, dove può pienamente completarsi. Muta in 25- Innocenza
5- Se in verità hai buon cuore non chiedere. Sublime salute! In verità la bontà sarà riconosciuta come tua virtù.
Se decidiamo di sbarazzarci dei nostri difetti e di ciò che non va, acquistiamo nel bene e questo è l’ immenso guadagno per noi. Ciò che resta dopo il taglio è buono e conduce a totale fortuna. Sarà solo il tempo a darci ragione. La svolta che compiamo ora verso il bene si rivelerà solo in futuro quella giusta. Muta in 27- Nutrimento (27.5- Deviare dalla via. Dimorare in perseveranza reca salute. Non bisogna attraversare la grande acqua.)
6- Egli non porta accrescimento. Certamente qualcuno lo percuote. Egli non tiene fermo durevolmente il suo cuore. Sciagura!
Non ce la facciamo a far progredire l’impresa e non c’è un amento, anzi c’è perdita e ansie. Il nostro cuore vacilla e non è costante. Tutto è causato dal nostro incerto contributo all’impresa, il che suscita il risentimento degli altri, che ci abbandonano. Muta in 3- Difficoltà iniziale

accrescimento