Esagramma 43 – Lo Straripamento

43Lago sopra
Cielo sotto
Nubi sono salite al cielo e sicuramente ci sarànno grandi piogge,  grazie alle quali la tensione si risolve e la natura si rigenera. La chiara forza del cielo può eliminare l’oscurità della vicenda, rappresentata dall’ultima Yin di Lago. Ogni Yang condivide con le altre lo sforzo di eliminarla, ma il compito non è semplice, le linee si corrispondono male tra loro e agiscono in tempi e luoghi inadatti. Non si può certo usare la forza con un atto deciso e determinante.  La predominante Quinta Yang è l’unica che davanti alle circostanze avverse agisce con risolutezza, risolvendo nel pratico sbarazzandosi del problema.
Sentenza Lo straripamento. Con risolutezza bisogna render nota la cosa alla corte del re. Secondo verità si deve proclamarla. Pericolo! Bisogna avvisare la propria città. Non è propizio impugnare le armi. Propizio è imprendere qualche cosa.
Si è accumulata troppa energia negativa che non è più possibile contenere. E’ il momento di fare qualcosa apertamente per risolvere il problema e dire alle altre parti coinvolte, senza mezzi termini come stanno le cose. Non si usa la forza, nè si è troppo aggressivi dato che qualcuno potrebbe risentirsene e reagire male. C’è il pericolo di urtare la sucettibilità di qualcuno e farselo nemico. Bisogna coinvolgere il gruppo di persone che ci sono più vicine, senza agire direttamente con la forza.  Si devono comunque prendere decisioni per risolvere il problema.
Immagine
Il lago è asceso al cielo: l’immagine dello straripamento. Così il nobile elargisce ricchezza verso il basso e rifugge dal riposare sulla sua virtù.
La pioggia accumulata  nel cielo si abbatte sulla terra, generando un enorme acquazzone. E’ il momento in cui si butta fuori tutto ciò che si era accumulato e finalmente si rilascia la tensione. Ciò che è stato a lungo latente e tenuto sottocontrollo si esprime  espresso pienamente, completamente.  E’ un impresa che richiede tutte le nostre risorse, a lungo termine, in cui si continua più volte a ribadire ciò che ci  sta a cuore e vogliamo risolvere.
Linee di Mutamento
1-Potente nelle dita dei piedi che avanzano. Nell’andare senza essere all’altezza del compito si commette un errore. La situazione è carica ed è il momento di  dire e fare qualcosa. Nell’impeto iniziale non si pensa alle conseguenze e ci si mette in cammino verso una situazione dove prima o poi ci si dovrà fermare.  Muta in 28 – Preponderanza del Grande. (28.1 -Poggiare su stuoia di canna bianca. Nessuna macchia.)
2– Allarme. Di sera e di notte armi. Non temere nulla. Il pericolo e le difficoltà ci circondano per lungo tempo. L’impresa nasconde insidie dovute all’opinione contraria di altri coinvolti. Si deve resistere, senza demoralizzarsi e farsi vincere dalla paura, in una situazione di allerta continua verso la presenza di forze contrarie che non danno tregua.  Muta in 49- Rivoluzione  (49.2-  Nel giorno stabilito si può sovvertire. Incamminarsi reca salute. Nessuna macchia. )

Screenshot (157)
43.3- Illustrazione di Yan Li

  3- Essere potenti negli zigomi reca sciagura. Il nobile è fermamente deciso. Egli cammina solitario e incorre nella pioggia. Egli viene spruzzato e si mormora contro di lui. Nessuna macchia. Non è bene parlare troppo ed esporsi apertamente in questa situazione. Siamo risoluti internamente e nel nostro cuore la decisione è presa, tuttavia non la si condivide con altri. Isolati si va per la nostra strada, lontano dal problema che però continua a infastidirci con i suoi influssi negativi. Altri vorrebbero atteggiamenti diversi e ci criticano.   Muta in 58 – Il Sereno (58.3-  Serenità che sopraggiunge. Sciagura!)

4- Sulle cosce non vi è pelle, e il camminare riesce gravoso. Se ci si lasciasse condurre come una pecora il pentimento svanirebbe. Ma quando si udranno queste parole non si crederà ad esse. L’energia per continuare si sta esaurendo. Per andare avanti si è più remissivi e si aspetta che siano altri a indicare la direzione. Ma quando poi queste indicazioni sono date, non si è in grado di capirle. Muta in 5- Attesa (5.4-Attendere nel sangue. Fuori da questa buca!)

Screenshot (158)
43.4- Illustrazione di Yan Li

5- Di fronte alle erbacce occorre forte risolutezza. Chi cammina nel mezzo rimane libero da macchia. Di fronte a comportamenti inaccettabili non si è tolleranti e si mette fine ad essi. Restare prudentemente a distanza, senza rompere i rapporti ma neppure senza avvicinarsi troppo, in modo da non peggiorare le cose. Muta in 34- La Potenza del Grande (34.5- Perde il capro ma non se ne rammarica. Nessun pentimento.)
6- Nessun richiamo! Alla fine viene sciagura. Si aspetta una risposta o un riscontro ma questo non arriva. C’è solo silenzio e stasi: tutto resta incompiuto. Muta in 1 – Creativo (1.6- Drago altezzoso avrà da pentirsi).

43- Risolutezza, (l’Ombra)