Ecco quello che sei – Shabkar Tsogdruk Rangdrol.

Queste parole Shabkar Tsogdruk Rangdrol (1781 - 1851) rivolgeva a se stesso: Ecco quello che sei: un sacco pieno di onori religiosi e di cibo fornito dai fedeli, un toro che si addormenta come un cadavere un serpente pieno d'odio un uccello pieno di desiderio un maiale pieno di stupidità un leone carico d'orgoglio... Uomo! Se … Leggi tutto Ecco quello che sei – Shabkar Tsogdruk Rangdrol.

Quello che una yogini disse di sè.

Jetsunma Lochen Chonyi Zangmo (1852-1953) durante i suoi pellegrinaggi visitò molti monasteri nei dintorni di Lhasa. Arrivata a Ganden, con il suo saio di cottone sottile, molti monaci avendo saputo dell'arrivo della yogini, le si affollarono attorno, fissandola e bibigliando tra loro. Jetsunma cantò loro questi versi: Padre, riverito guru Pema Gyatso maestro di sanscrito … Leggi tutto Quello che una yogini disse di sè.