Senza centro, senza limite – Shabkar Tsogdruk Rangdrol

Senza centro, senza limite la luminosa vastità è tutto - è la vivida, fulgida Consapevolezza: naturale, presenza primordiale. Senza un fuori, senza un dentro, la Consapevolezza sorge da sé, vasta come il cielo. Oltre una misura, una direzione, un limite - è apertura completamente spoglia: è spazio, inseparabile dalla Consapevolezza.

Ecco quello che sei – Shabkar Tsogdruk Rangdrol.

Queste parole Shabkar Tsogdruk Rangdrol (1781 - 1851) rivolgeva a se stesso: Ecco quello che sei: un sacco pieno di onori religiosi e di cibo fornito dai fedeli, un toro che si addormenta come un cadavere un serpente pieno d'odio un uccello pieno di desiderio un maiale pieno di stupidità un leone carico d'orgoglio... Uomo! Se … Leggi tutto Ecco quello che sei – Shabkar Tsogdruk Rangdrol.

QUANDO FERMARSI- Shabkar Tsogdruk Rangdrol (1781 – 1851)

Quando tutto ciò che  faccio è pensare alla realtà e lascio affievolire la consapevolezza allora devo fermarmi. Quando lascio andare competizioni, amori, affari, prostrazioni, circumambulazioni, danze sacre e gesti – allora sono sola e indipendente. Quando lascio andare chiacchiere mondane, canti, preghiere, mantra psico-energetici allora sono in silenzio. Quando lascio andare il confuso pensiero mondano, … Leggi tutto QUANDO FERMARSI- Shabkar Tsogdruk Rangdrol (1781 – 1851)